Pubblicato da: lauv83 | giugno 3, 2013

ALLA META’ DEL MONDO: QUITO

Il viaggio per arrivare a Quito è stato alquanto disastroso. Nonostante avessimo scelto, per una volta, la compagnia un po’ più costosa (1$ in più) ma decisamente raccomandata rispetto all’altra, l’autobus si era rotto. E così ci siamo trovati di notte, nel bel mezzo del nulla, ad aspettare un altro autobus per ben 4 ore. In più, il sistema di aria condizionata sgocciolava inondando totalmente il mio sedile. Io mi ero trovata così senza sedile e nessuno sembra curarsene. I passeggeri avevano paura di assalti da parte di ladri e qualcuno aveva chiamato la polizia perché scortasse nell’attesa. Un cimitero sul ciglio della strada era il perfetto completamento per quella scena angosciante.

Quito

Finalmente dopo una notte insonne e 5 ore dopo l’ora prevista, siamo arrivati a Quito. Finalmente  siamo andati a riposare in ostello. Il nostro ostello era nel quartiere chiamato Mariscal e sopranominato dai locali “gringolandia”. Il soprannome parla da solo e significa che qui si localizzano gran parte degli ostelli, hotel, bar, ristoranti e locali della città e in questi la maggior parte dei “gringos” come noi.  Già avevo perso il conto del  numero di volte che mi avevano chiamata “gringo” o “gringa” in questo viaggio. Infatti, nonostante tecnicamente la parola “gringo” si riferisce solo agli stranieri provenienti dagli USA, oggigiorno, in America Latina, viene usata per indicare gli stranieri in generale.

Quito (13)

In Quinto siamo rimasti solo 3 giorni. Il primo giorno, siamo andati ad un punto di osservazione a 4000 metri di altezza, in cima ad una montagna da cui si poteva vedere la città dall’alto ed lo splendido paesaggio naturale intorno tra cui, seppur lontano, il vulcano Cotopaxi.

Quito (15)

Il secondo giorno, siamo andati a visitare il luogo dove passa la famosa linea equatoriale che divide il mondo a metà Da Quito, si devono prendere 2 autobus che passano per la “Mitad del Mundo”. Infatti, tale luogo si trova a circa un ora e mezza al di fuori della città di Quito. In realtà si possono visitare 2 luoghi, distanti poche centinaia di metri l’uno d’altro. La prima rappresenta la linea tracciata dai francesi ed che è stata decretata errata secondo i calcoli moderni con GPS. La seconda appunto è quella tracciata tramite GPS. Attorno ad entrambi sono sorti una serie di musei e le due aree hanno ciascuna un costo d’entrata.  Noi le abbiamo visitate entrambe ma se dovessi raccomandarne una sola, raccomanderei la seconda perché il museo è più interessante. E’ incentrato sulla storia degli indigeni di questa zona e contiene sorprendenti prove empiriche sul fatto che quello è proprio la metà del mondo.

Quito (34)

Il terzo giorno abbiamo deciso di perderci per la città vecchia. Tra stradine, piazze, chiese. Il centro storico di Quito era piacevole da girare. Finché in piazza S. Franceso.. dal nulla vediamo Daan, il nostro amico olandese che continuavamo ad incontrare in giro per il Sud America senza neanche accordarci.  Così dopo baci e abbracci, abbiamo continuato la visita al. Mirador della vergine, da cui abbiamo avuto un’altra prospettiva della città.

Quito (75)

Infine, quello che più mi è rimasto impresso della capitale dell’Ecuador è stata la particolare cura per la cultura come espressione artistica, storica e sociale. Ho trovato molto interessante la “Casa della Cultura”, uno centro che riunisce vari musei e ospita varie iniziative culturali per lo più gratis. Durante la nostra permanenza, c’era la rassegna cinematografica di un regista italiano, Giorgio Diritti. E così ho potuto vedere con piacere la presentazione e successiva discussione con il regista del suo film “Un giorno devi andare”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: